otoplastica

Goditi il tuo nuovo e naturale volto

Anestesia

Locale

Durata

45 minuti - 1,5 ora

Ospedalizzazione

Day-hospital o 1 giorno

Riposo

1 giorno

L'intervento

La persona affetta da orecchio ad ansa, o volgarmente detto “a sventola”, viene ridicolizzata dagli altri ricevendo appellativi di vario genere, da cui possono avere origine complessi che influenzano il profilo psicologico. Spesso le persone si limitano a farsi crescere i capelli tanto da coprire le orecchie, riuscendo a nascondere solo in parte questo inestetismo.
Il difetto anatomico che causa la protrusione dell’orecchio è una deformità congenita con una tendenza ereditaria e risiede in un’anomalia localizzata nella cartilagine auricolare. La sua flessione dorsale è incompleta al bordo laterale della conca e si presenta con un’assenza o un ipo-sviluppo dell’antelice.
L’intervento di otoplastica, attraverso la ricostruzione dell’antelice, può porre rimedio a questo inestetismo e aumentare l’autostima. In genere si considera normale un orecchio la cui distanza dall’elice alla regione mastoidea sia leggermente minore di due centimetri, oppure che presenti un angolo cefalo-auricolare attorno ai 30°.

Pensiero del dottor Papaleo

“Ciò che mi sta a cuore è migliorare le sue orecchie rispettando la naturalezza e l’equilibrio del suo viso.
Durante il nostro primo incontro valuteremo insieme quali scelte prendere in base alle condizioni del suo volto e della sua pelle, e le spiegherò quale tecnica chirurgica è più adatta a lei.”

Alcuni dettagli

Prima di eseguire l’intervento le prescriverò degli esami del sangue, un elettrocardiogramma e un RX del torace.
L’intervento di otoplastica dura circa un’ora e mezza e viene eseguito in day hospital ambulatoriale oppure in casa di cura con ricovero di un solo giorno, in anestesia locale con una semplice sedazione.
Si ritira retroauricolarmente una losanga di cute a tutto spessore, dopodiché viene modellata la cartilagine auricolare per ricostruire la neo-elice; se invece si trattasse di eccesso della conca auricolare, la cartilagine dev’essere in parte ritirata.
Per fissarla sono necessari dei punti di sutura, oltre a quelli che vengono dati sulla cute e rimossi dopo 7 giorni. Per evitare ematomi è necessario un particolare bendaggio compressivo con garza sterile e benda elasticizzata, che verrà rimosso il giorno dopo l’intervento.

Dopo l'intervento

Il giorno dopo l’intervento le verranno ritirate le bende elasticizzate e le verrà fatta una nuova medicazione. Il recupero comincerà già dal giorno dopo l’intervento, ma sarà necessario ripetere le medicazioni ogni due giorni fino alla rimozione dei punti di sutura.
Le verrà somministrata terapia antibiotica e, in caso di dolore alla regione auricolare, anche degli analgesici.
Le consiglio di dormire la notte con una fascia elasticizzata sopra le orecchie (quelle sportive andranno benissimo) per almeno 21 giorni, per evitare che maldestramente durante il sonno le orecchie prendano una piega anomala. Eviti di lavarsi i capelli per almeno 8-9 giorni e di esporre il viso a lampade UV.

Ritorno alla normalità: il suo nuovo aspetto

“La seguirò passo dopo passo nel ritorno alle normali attività.

Potrà tornare a lavorare (o a scuola) il giorno dopo, ma eviti la pratica sportiva per almeno 20 giorni. Le cicatrici rimarranno arrossate per 4-6 settimane e poi cominceranno ad essere meno evidenti.

Insieme possiamo donarle l’aspetto che più desidera.

Dr. Maurizio Papaleo

Chiudi il menu