LA MIA FILOSOFIA

di Maurizio Papaleo

“Ho imparato da Pitanguy il valore di fare qualcosa per qualcun altro attraverso la chirurgia plastica. Inizialmente pensavo fosse vanità, poi ho capito che amavo poter donare benessere a chi aveva bisogno di me” – [Da un’intervista telefonica al Dr. Papaleo, in merito alla sua amicizia con il professore ed amico Ivo Pitanguy – blog “Compass UNIBO” dell’Università di Bologna.]

Svolgere la Professione Medica è per me un dovere e un onoreDopo aver conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione nel 1987, ho lavorato per diversi anni sulle ambulanze di Bologna Soccorso, con il ruolo di operatore medico. In seguito sono stato assistente operatore presso la Santa Casa della Misericordia in Brasile, diretta, in quegli anni, dal Prof. Ivo Pitanguy.

A Rio de Janeiro, così come sulle ambulanze, la mia unica premura era quella di occuparmi del paziente, dal momento del ricovero fino alla sua dimissione. Forte degli insegnamenti del mio Maestro Ivo Pitanguy, il mio approccio alla Medicina si basa sul rapporto di fiducia tra medico e paziente.

Svolgo sempre la prima visita personalmente, non utilizzo intermediari né assistenti, e mi occupo anche delle più semplici formalità. Sono convinto che sia di fondamentale importanza conoscere in prima persona la problematica di chi ho di fronte, per instaurare con lui o lei un rapporto di spontanea fiducia. In questo modo, durante la prima visita, diventa facile pianificare con i pazienti le possibili soluzioni ai loro problemi, sia estetici che di salute.

Non ritengo etico discutere di metodi o di prezzi se non nel mio ambulatorio e durante una visita professionale. Allo stesso modo, non considero eticamente corretto esprimere consigli e giudizi su interventi chirurgici che verranno eseguiti da un altro specialista. 

Non opero nessun paziente senza prima averlo visitato, e senza avergli prescritto esami pre-operatori di routine.

“Non chiedo alcuna prestazione economica nel post-operatorio. La rimozione degli eventuali punti di sutura, le possibili medicazioni e tutti i controlli post-operatori, fino a un anno dall’intervento, sono completamente gratuiti per il mio paziente.”

Va da sé che, come per la prima visita, svolgo ogni intervento in prima persona. Al contrario, sentirei di aver tradito la fiducia del mio paziente se affidassi l’operazione o il trattamento ad un altro professionista. Posso avvalermi dell’aiuto di altri colleghi, ma mi occupo personalmente dell’organizzazione e della gestione dell’intervento. Seguo poi il paziente fino all’ultima tappa della sua guarigione.

Non chiedo alcuna prestazione economica nel post-operatorio. La rimozione degli eventuali punti di sutura, le possibili medicazioni e tutti i controlli post-operatori, fino a un anno dall’intervento, sono completamente gratuiti per il mio paziente. Sono sempre a sua disposizione anche dopo diversi anni, per chiarimenti, valutare eventuali correzioni o nuovi interventi.

La Chirurgia Plastica, Ricostruttiva o Estetica tocca punti sensibili della psiche umana e va, per questo motivo, utilizzata con delicatezza e tatto estremo. Un concetto standardizzato di Chirurgia può cristallizzare il naturale rapporto che si instaura tra medico e paziente, renderlo arido e asettico e per questo incrinarlo. L’esperienza maturata in molti anni di professione mi ha permesso di formulare un’idea più umana e profonda, sia della Chirurgia che del rapporto di fiducia tra medico e paziente, e di questo ne sono fiero e orgoglioso sostenitore.

Dr. Maurizio Papaleo

Chiudi il menu