blefaroplastica

Una tecnica poco invasiva che ridona luminosità al tuo sguardo

Anestesia

Generale o locale

Durata

45 minuti - 2 ore

Ospedalizzazione

1 giorno

Riposo

5 - 7 giorni

L'intervento

Gli occhi, specchio dell’anima, sono di grande importanza nell’estetica del volto.
Purtroppo sono anche una delle parti del nostro corpo su cui si rendono più visibili i segni del tempo. Non solo le rughe, ma anche la ptosi delle palpebre, ovvero quando cominciano a calare sull’occhio, rappresenta gli anni che passano.
Talvolta, soprattutto per via ereditaria, possono soffrirne anche persone giovani dimostrando più anni della loro età effettiva, e assumendo così un aspetto particolarmente affaticato.
L’intervento di blefaroplastica, attraverso la correzione della lassità delle palpebre superiori e l’asportazione dell’eccesso adiposo, può porre rimedio a questo inestetismo e ridare un aspetto giovanile, aumentando la sua autostima.

La blefaroplastica tratta solamente la regione peri-oculare, ma nel cedimento cutaneo vengono coinvolte anche strutture anatomiche vicine. Ad esempio, l’arcata sopraccigliare tende ad abbassarsi nel corso degli anni, allungando la piega cutanea della palpebra superiore e riducendo la luminosità dello sguardo. L’intervento di blefaroplastica non può risolvere da sola tutto ciò.
Se si intende risolvere anche questo inestetismo, è bene programmare una sospensione del muscolo temporale per via endoscopica, attraverso una piccola incisione tra i capelli. Questa tecnica ha due vantaggi: innanzitutto accorcia la cicatrice chirurgica della palpebra superiore; inoltre dona maggiore luminosità all’occhio, perché l’arcata sopraccigliare torna nella sua posizione naturale.

Per chi?

La maggior parte dei pazienti vanno dai quaranta ai sessanta anni di età, ma la blefaroplastica può essere eseguita con successo anche a settanta anni e oltre.

Pensiero del Dr. Papaleo

“Ciò che mi sta a cuore è migliorare il suo viso rispettando la naturalezza e l’equilibrio del suo corpo.
Durante il nostro primo incontro valuteremo insieme quali scelte prendere in base alle condizioni del suo volto e delle sue palpebre, e le spiegherò quale tecnica chirurgica è più adatta a lei.”

Alcuni dettagli

Si esegue l’intervento in sala operatoria con ricovero di 24 ore, in anestesia locale o generale a seconda dei casi; ad ogni modo ne discuteremo insieme.

La blefaroplastica si divide in superiore ed inferiore:
– la blefaroplastica superiore è un intervento di circa 40 minuti e mira all’asportazione dell’eccesso cutaneo che appesantisce la palpebra. La cicatrice è sottilissima e posizionata nella piega naturale dell’occhio, praticamente invisibile;
– la blefaroplastica inferiore è un intervento di circa un’ora e consiste nell’asportazione del tessuto adiposo responsabile delle “borse sotto agli occhi”. Generalmente viene ritirata una minima quantità di cute assieme ad una esigua quantità di grasso, incidendo la via esterna e lasciando una piccolissima cicatrice sotto le ciglia.
Al termine dell’intervento è necessaria una medicazione modicamente compressiva e fredda per un paio d’ore.

Dopo l'intervento

Le consiglierò di farsi venire a prendere alla clinica il giorno della dimissione e di avere qualcuno che l’aiuti per alcuni giorni dopo l’intervento, se necessario.
Le verranno prescritti farmaci per i fastidi postoperatori, che comunque non saranno rilevanti.
Al momento della dimissione non porterà nessuna medicazione, ma le consiglio di indossare occhiali da sole scuri per alcuni giorni. I punti verranno rimossi entro 3/4 giorni.

Ritorno alla normalità: il suo nuovo aspetto

“Sarà in piedi già dal primo giorno, ma si conceda un riposo assoluto di almeno 48 ore. Dopo 5-7 giorni potrà tornare a lavorare. Eviti comunque attività faticose, alcool, bagni caldi e saune almeno per una settimana; limiti inoltre le esposizioni solari delle cicatrici per alcuni mesi.

Insieme possiamo donarle l’aspetto che più desidera.

Dr. Maurizio Papaleo

Chiudi il menu